Elemento TERRA: il terreno sotto i nostri piedi

L’elemento terra rappresenta le nostra fondamenta, i nostri corpi e la nostra sopravvivenza. Coltivando l’energia della terra ci radichiamo, permettendoci di trovare un senso e un posto.

La ricerca spirituale non deve dimenticare l’aspetto del nostro sé fisico. Siamo, almeno in parte, fatti di materia e sperimentiamo una buona parte della nostra vita nel mondo materiale. Nel cercare di crescere personalmente ed elevarci spiritualmente, l’accettazione del nostro sé fisico è assolutamente necessaria. perché i nostri corpi sono la nostra connessione con la terra, ed è attraverso la terra che lo spirito si manifesta.

C’è un detto secondo cui “l’Uno ha creato la diversità in modo che potesse conoscere Se stesso“. Lo spirito puro, che è senza confini, ha creato un confine delineato (materia) per sperimentare sé stesso. L’elemento terra rappresenta il regno della materia, l’espressione più pesante e densa.

E quando non ci prendiamo cura dell’elemento terra, limitiamo il potenziale di espressione dello spirito.

Elemento Terra

La Terra è la solida base sotto i nostri piedi. Il collegamento con la terra ci aiuta a conoscere il nostro posto nel mondo, a che punto siamo. Quando siamo a nostro agio con la terra, siamo in grado di mettere radici sapendo che è sicuro farlo. Siamo radicati e stabili. Da questo punto siamo in grado di esplorare come raggiungere ed espandere, ma dobbiamo avere solide fondamenta sotto di noi per poterlo fare.

Riconosciamo l’elemento terra quando prestiamo attenzione ai nostri bisogni fisici e quando nutriamo il nostro corpo con cibo sano e dormiamo a sufficienza. Riconosciamo anche la terra quando creiamo un ambiente per noi stessi che ci fa sentire sicuri, protetti e supportati. Ciò include la nostra terra fisica, che sostiene tutta la vita. La nostra sopravvivenza come esseri umani dipende dalla salute e dall’abbondanza della terra. Prestare attenzione a ciò che ci sostiene a livello personale, comunitario e globale è un aspetto chiave per onorare l’elemento terra.
La Terra ci aiuta ad accettare la nostra natura umana. Ci apre a comprendere i limiti e ad abbracciare i nostri limiti. Ci informa quando siamo sbilanciati o non prestiamo attenzione ai nostri bisogni fisici.

Come riconnettersi con l’elemento terra?

1. Messaggi che aiutano a connetterci all’elemento terra:

  • Sono al sicuro e protetto.
  • Onoro e soddisfo le esigenze del mio corpo fisico.
  • So come prendermi cura di me stesso.
  • Creo una solida base su cui costruire.
  • Ho solide radici a terra
The great work connettersi con elemento terra

“I am safe and secure.
I honor and meet the needs of my physical body.
I know how to take care of myself.
I create a solid foundation upon which to build.
I am grounded.”

Excerpt From: Tiffany Lazic. “The Great Work: Self-Knowledge and Healing Through the Wheel of the Year”.

The Great Work

2. Respirazione

Il respiro è il processo più basilare che dà la vita. Possiamo passare settimane senza cibo e giorni senza acqua e continuare a funzionare a livello fisico. Ma non possiamo restare a lungo senza fiato. La respirazione è una funzione automatica che delinea il nostro movimento dal regno dello spirito a quello della materia. Un bambino reagisce e risponde nel grembo materno, ma è il primo respiro all’ingresso nel mondo che suscita il grido “Sono arrivato”. Il cervello può ancora esibire attività dopo che l’ultimo respiro è stato espirato, ma noi restiamo accanto ai nostri cari fino all’ “ultimo respiro”.

Il respiro è così basilare che spesso lo diamo per scontato. Non ci pensiamo. Raramente prestiamo attenzione a come respiriamo. E spesso non permettiamo veramente a noi stessi la piena esperienza del respiro che entra ed esce dai nostri corpi.

Impariamo di nuovo a respirare

Respirare significa assorbire l’essenza stessa dello spirito e spostarlo in tutte le aree della nostra vita che ci elevano e ci riempiono di significato. È un altro mezzo con cui lo spirito trova espressione nella materia. E per quanto possa sembrare strano, la maggior parte di noi ha dimenticato come respirare. guarda un bambino respirare. Senza autocoscienza intorno all’immagine corporea e senza stress o tensione trattenuta nel corpo, il bambino respira profondamente nel suo ventre, espandendo il diaframma e riempiendo i suoi polmoni. Le pance dei bambini si alzano come palloncini ad ogni respiro. Da adulti, siamo restii a vivere con le nostre pance come palloncini in espansione! Quindi, restringiamo e controlliamo il nostro respiro. Quando raggiungiamo l’età adulta, la maggior parte di noi respira secondo schemi brevi, superficiali e carichi di tensione che mantengono il respiro in alto nel petto, piuttosto che respiri lenti e pieni che si muovono attraverso la cassa toracica.

Respirare è già guarire. Quando respiriamo stiamo immettendo l’ossigeno necessario nei nostri sistemi durante l’inspirazione e rilasciando anidride carbonica durante l’espirazione. Questo processo di scambio è chiamato respirazione e il mezzo di trasporto è il respiro. Prendersi un momento tra l’inspirazione e l’espirazione consente uno scambio più completo: più ossigeno nel sistema e più anidride carbonica in uscita. Quando permettiamo questo scambio completo, aiutiamo a:

  • rallentare la frequenza cardiaca
  • abbassare la pressione sanguigna
  • promuovere il flusso sanguigno
  • rinforzare il sistema immunitario
  • contribuisce a sentirsi più rilassati, consapevoli ed energizzati.

Respirare e ridurre lo stress

Una delle maggiori sfide che affrontiamo in questi strani tempi moderni, è l’impatto gravemente negativo dello stress sulla nostra salute fisica e sul nostro benessere. Stress è un termine generico che denota una risposta negativa a una situazione e / o ambiente che può contribuire a una vasta gamma di disturbi a tutti i livelli dell’essere: fisiologico, emotivo e psicologico.

Se vuoi approfondire, leggi alcuni studi clinici sul legame tra stress e insorgenza di malattie

Le pratiche comprovate per ridurre lo stress includono la meditazione e lo yoga, che utilizzano entrambi il respiro come componente fondamentale. La respirazione è la chiave per una pratica meditativa di successo e il pranayama è la tecnica di controllo del respiro usata nello yoga.

L’esercizio fisico è un altro ottimo modo per ridurre lo stress, e serve anche a modificare i nostri schemi di respirazione, consentendo di immettere più ossigeno nel nostro corpo. Secondo tutte le tradizioni orientali, una delle cose migliori che possiamo fare per noi stessi è imparare a respirare veramente, come facevamo quando siamo venuti per la prima volta in questo mondo. Ci ravviva sia nel corpo fisico che nello spirito.

Riflessioni personali elementali e attive (28 Dicembre – 3 Gennaio)

Queste riflessioni personali sull’elemento TERRA fanno parte di un più ampio progetto di lavoro interiore e crescita personale. Questa è infatti solamente la prima fase della Ruota dell’anno.
Ecco come funziona: Ruota dell’Anno, conoscenza di sé attraverso il ciclo delle stagioni

  • 28 dicembre: in quali circostanze ti senti sicuro e supportato?
  • 29 dicembre: rifletti su quanto ti senti stabile nel lavoro e nella vita domestica.
  • 30 dicembre: quali aspetti del tuo corpo ti piacciono e quali non ti piacciono?
  • 31 dicembre: in che modo ti prendi cura del tuo corpo e dei tuoi bisogni fisici?
  • 1 gennaio: rifletti su quale impegno puoi assumere per il tuo senso di sicurezza.
  • 2 gennaio: rifletti su come inspiri ed espelli naturalmente il respiro dal tuo corpo.
  • 3 gennaio: in che modo rallentare il respiro sposta la tensione che viene trattenuta nel tuo corpo?

Estratto da: “The Great Work: Self-Knowledge and Healing Through the Wheel of the Year”.

The Great Work

Leave a Reply