Secondo chakra: il plesso sacrale

Nome: Swadhisthana • Posizione: centro dell’addome, sotto l’ombelico • Colore: arancione • Tono: Re • Ghiandola: testicoli e ovaie • Corpo: organi sessuali e riproduttivi, intestino crasso, milza e vescica • Simbolo: loto a sei petali • Pietre: Avventurina, Corniola, Opale di Fuoco, Calcite Arancione

Il secondo chakra si trova al centro dell’addome, appena sotto l’ombelico. Come con gli altri chakra (dal root chakra a quello della fronte), si apre sia davanti che dietro. È collegato all’apparato digerente (in particolare all’intestino crasso) e agli organi sessuali.

Il chakra sacrale è la sede delle nostre emozioni. Avere un secondo chakra in equilibrio non significa però che dobbiamo tenere sotto controllo le nostre emozioni in ogni momento. Significa che siamo in grado di accettare le nostre emozioni, sia quelle piacevoli che quelle spiacevoli. Siamo in grado di ascoltare ciò che stanno cercando di trasmetterci e siamo in grado di lasciarle andare una volta ricevuto il messaggio.

Secondo chakra

SUGGERITO: Primo Chakra: come sbloccare e bilanciare le nostre radici

Secondo Chakra bloccato: sintomi

Fisicamente, un chakra sacrale bloccato può manifestarsi come minzione frequente, dolore lombare, crampi o dolori mestruali, endometriosi, problemi alla prostata o dolore all’inguine. Spesso spingiamo la paura e l’ansia nel profondo del nostro addome inferiore. La tensione causata dal portare questa paura può causare contrazioni dei muscoli che si traducono in dolore.

Quando il secondo chakra è in equilibrio:

  • La tua vita sociale è buona; vai d’accordo con gli altri.
  • Sei in grado di goderti i rapporti sessuali.
  • Sei bravo a fare battute.
  • Le tue relazioni sono sane e armoniose.
  • Sei entusiasta di provare cose nuove.
  • Sei creativo.
  • Ti senti a tuo agio nel tuo corpo e con la tua personalità.

Se il secondo chakra non è in equilibrio:

  • La tua vita sessuale è insoddisfacente.
  • Ti senti in colpa per discorsi e pratiche sessuali.
  • Le tue relazioni sono malsane e disturbate.
  • Non hai motivazione.
  • Rimani esausto ed emotivamente turbato.
  • Hai una mancanza di creatività.
  • Sei emotivamente freddo.
  • Anche un piccolo cambiamento nella vita ti disturba.

Come riequilibrare il secondo chackra?

1. Coltivando relazioni sane e equilibrando gli opposti

Il secondo chakra ci comunica anche i nostri sentimenti verso gli altri. Un chakra della relazione, che ci aiuta a onorare e riconoscere l’equilibrio tra gli opposti, come nelle energie opposte maschili e femminili. Questo ha poco a che fare con se si è un uomo o una donna, ma piuttosto con le qualità energetiche. Questa dualità è la prima divisione del Tutto, splendidamente simbolizzata nell’immagine Yin-Yang. Denota la necessaria interazione degli opposti per creare movimento: luce e oscurità, ragione ed emozione, attiva e ricettiva, focalizzata all’esterno e focalizzata all’interno. C’è una danza tra questi opposti e per raggiungere la totalità, dobbiamo conoscere entrambe le parti.

L’equilibrio degli opposti include la comprensione dell’equilibrio tra “la mia prospettiva e la tua”. Quando siamo squilibrati in quest’area, possiamo diventare facilmente succubi degli altri. “Chi mi sento di essere” fluisce così direttamente in un altro, e perdo la differenziazione del sé. Il bianco e nero dello yin-yang diventa una grande massa grigia.

2. Concedendoci una sessualità più fluida

Uno dei maggiori problemi nel chakra sacrale è quello della sessualità. Non si capisce come mai ancora nel 2021 non riusciamo ad accettare che siamo esseri sessuali e che abbiamo preferenze sessuali; è ancora un tabù riconoscere che la nostra sessualità è parte di noi tanto quanto la nostra mente o il nostro spirito. Aprirci a una relazione sessuale con un altro significa esporci all’intimità e permetterci di essere vulnerabili.

Se mettiamo in atto meccanismi psicologici basati sulla vergogna, l’intimità è vissuta (spesso inconsciamente) come estremamente minacciosa. La vergogna intorno alla sessualità propria della nostra cultura non fa che aggravare la situazione. La sessualità deve essere vissuta con gioia. Vuole essere l’espressione umana e fisica dell’unione. Simbolicamente, è la risoluzione degli opposti che può aprire all’esperienza dell’unità. La sessualità ci collega alle più meravigliose emozioni dello Spirito, promuovendo un chakra sacrale sano e fluente.

Secondo chakra

3. Messaggi che aiutano a bilanciare il secondo chakra:

  • Le mie emozioni aiutano a guidare le mie scelte salutari.
  • Sono in grado di condividere i miei sentimenti con gli altri.
  • Mi sento a mio agio nella mia sessualità.

Libri sul secondo chakra

Ecco un breve elenco di libri per approfondire il tema del chakra della radice:

Chakra: 4 LIBRI IN 1

Riflessioni energetiche personali (1-7 Marzo)

  • 1 marzo: il colore arancione mi fa sentire …
  • 2 marzo: Ti sei mai sentito “perso” in un’altra persona?
  • 3 marzo: Quanto ti senti a tuo agio a connetterti e condividere con altre persone?
  • 4 marzo: come rilasci la tensione nella parte bassa della schiena o nell’addome?
  • 5 marzo: rifletti su cosa significa per te intimità.
  • 6 marzo: in che modo abbracci la tua sessualità?
  • 7 marzo: rifletti su cosa significa per te essere un uomo o una donna.

Tratto da:

The Great Work

Queste riflessioni sul secondo chakra fanno parte di un più ampio progetto di lavoro interiore e crescita personale. Questa è infatti solamente una parte all’interno della Ruota dell’Anno, un percorso di crescita personale. Ecco come funziona:

Ruota dell’Anno, conoscenza di sé attraverso il ciclo delle stagioni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *